I Tarocchi

MattoBagattoPapessaImperatriceImperatore
PapaAmantiCarroGiustiziaEremitaFortuna
ForzaImpiccatoMorteTemperanzaDiavoloTorre
StelleLunaSoleGiudizioMondo

I Tarocchi sono un insieme di figure che esprime simbolicamente il travaglio dell’Uomo per realizzare la sua evoluzione e raggiungere le finalità descritte nel proprio destino. Il gioco dei Tarocchi è composto da 78 carte, di cui 56 sono quelle dei Semi e 22 quelle degli Arcani che noi chiameremo Tarocchi e useremo per descrivere l’inclusione lavorativa dei disabili attraverso le norme legislative vigenti. I giocatori avranno a disposizione 2 mazzi: uno con la raffigurazione dei 22 Tarocchi e un altro composto da altrettante carte, di cui 20 suddivise per 4 macro-azioni (Rete, Occupazione, Aiuto, Disabili) e 2 jolly, abbinate alla simbologia attraverso una parola-chiave che descrive il processo sotteso:

Tabella Tarocchi


“Il Gioco del 14” nasce da un metodo di insegnamento usato dalla professoressa di matematica Luisa De Vita in una scuola media inferiore di Milano. E' una proposta di lavoro di Progettazione Partecipata che ha come finalità quella di raccogliere il più ampio consenso e partecipazione degli attori del territorio. Si ritiene infatti che il lavoro di rete sia una necessità improrogabile delle politiche attive del lavoro e sociali. La strategia di promozione della legge 68/99 intende così evitare il rischio di percorsi non condivisi e “autoreferenziali”.
“Il Gioco del 14” si sviluppa, a partire dal gruppo di governo, con un lavoro:

  • sui diversi sistemi di “premesse” dei diversi attori istituzionali e non;
  • per la definizione di regole di funzionamento e buone prassi di lavoro e applicazione;
  • per la condivisione di obiettivi comuni e lo sviluppo di azioni e iniziative congruenti;
  • per l’individuazione di luoghi di condivisione, confronto e verifica dei percorsi avviati.

Ogni azione blocca un processo ma è anche punto di partenza per una nuova fase e le carte saranno predisposte attraverso l’approfondimento del regolamento.

L’origine di questo gioco è antichissima e misteriosa. I Tarocchi si diffusero in Europa a partire dal XV secolo, forse ispirati dall’antico testo filosofico egiziano Il Libro di Toth. Il mazzo dei Tarocchi è formato da 78 carte suddivise in due grandi gruppi: i Trionfi o Arcani Maggiori composti da 22 carte (che vengono usati ne “Il gioco del 14” come nella pratica della cartomanzia) e gli Arcani Minori che compongono le restanti 56 carte suddivise in quattro gruppi di 14 semi (bastoni, coppe, spade e denari). Gli Arcani Maggiori in uso ne “Il gioco del 14” sono quelli disegnati da Bembo Bonifacio, pittore vissuto nella metà del ‘500; ci paiono particolarmente liberi da interpretazioni esoteriche, alchemiche o quant’altro e vengono proposti nella loro accezione più antica: come cammino per il miglioramento della conoscenza. L’obiettivo e il fine de “Il gioco del 14” è infatti quello di rendere accessibili al maggior numero di fruitori tutte le disposizioni di legge relative all’inserimento lavorativo delle persone disabili, di far conoscere la normativa, recependola come risorsa e rendendola operativa: si vogliono così coinvolgere tutti gli attori (servizi, operatori, cooperatori, datori di lavoro pubblici e privati, ecc..) che operano direttamente o indirettamente con le persone disabili, punto di partenza dei progetti e delle iniziative della rete R.O.A.D., "per uscire tutti insieme dai problemi con la priorità degli ultimi."


Calvino


------------------
Agenzia per il Lavoro - ANMIL onlus Milano
Via Lario 9/A - 20159 Milano
Tel: 02.66809509 - Fax: 02.66809503
e-mail: adlmilano@anmil.it
PEC: adlmilano@legalmail.it

Valid XHTML + RDFa
CSS Valido!
Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Iscriviti a Progetto R.O.A.D. - Rete Occupazione Aiuto Disabili RSS